Blind Willie McTell - Bob Dylan rende omaggio ad uno dei suoi idoli di gioventù

Primavera del 1983: Bob Dylan è al lavoro sul suo nuovo album, "Infidels". Dylan sceglierà alla fine otto brani, ma ne lascerà fuori diversi, tra i quali uno straordinario omaggio a uno dei suoi idoli di gioventù, Blind Willie McTell
Venerdì, 11 Settembre, 2020
 
Primavera del 1983: Bob Dylan è a New York, negli studi Power Station, per registrare il suo 22esimo album, Infidels. Insieme a Mark Knopfler, Dylan sceglierà otto brani ma ne lascerà fuori diversi tra i quali uno straordinario omaggio a uno dei suoi idoli giovanili, Blind Willie McTell. Questo formidabile bluesman, proveniente dalla regione appalachiana del Piedmont, oltre a influenzare legioni di chitarristi e di rockstar (Allman Brothers su tutti) ha da sempre affascinato Mr. Zimmerman che una volta lo ha definito "il Van Gogh del country blues". Il brano, intitolato proprio Blind Willie McTell, è una ballad intensa che ricorda nella melodia il traditional St. James Infirmary che McTell aveva reso popolare in una memorabile versione.
Alla fine di ogni strofa, Dylan ricorda a tutti che "nessuno sa suonare il blues come Blind Willie McTell".
Il pezzo vedrà la luce solo nel 1991 nella Bootleg Series Vol. 1-3 Rare and Unreleased in due versioni, una acustica con Mark Knofpler alla chitarra e una elettrica con l’ex Rolling Stones Mick Taylor. Amato dai fan e apprezzato dai critici, il brano Blind Willie McTell per Bob Dylan, parole sue, "era soltanto un demo".
 

Jam Balaya

Losing My Religion, la canzone che decretò il successo internazionale dei R.E.M.
Settembre 1990: ai Bearsville Studios di Woodstock, Peter Buck sta provando e riprovando quel riff sul mandolino attorno al quale, qualche settimana prima, aveva composto un brano
Stones In The Road
Quando Joan Baez decise di interpretare un brano di una giovane cantautrice
Prince e il segno dei tempi
Primavera del 1986: Prince decide che è giunto il momento di denunciare il lato oscuro della società americana e di combatterlo proponendo invece una visione diversa
Both Sides Now - La canzone di Joni Mitchell "nata tra le nuvole"
"Ho posato il libro, guardato dal finestrino e ho visto le nuvole. Poco dopo, mi sono messa a scrivere il testo di una canzone..." (Joni Mitchell)
Mississippi - Il regalo di Bob Dylan a Sheryl Crow
Quel giorno in più di Bob Dylan nel Mississippi... che fa nascere una canzone poi regalata a Sheryl Crow
Hold On, I'm Comin'
Quando le belle canzoni nascono in "circostanze particolari"
My Back Pages - Bob Dylan e quella celebre svolta nella sua carriera
Dicembre del 1963: il ventiduenne Bob Dylan viene insignito del Tom Payne Award, un riconoscimento dato a personalità che si sono distinte per senso libertario e impegno nella società civile, ma...
Feelin' Alright? - Dalla versione dei Traffic scritta da Dave Mason a quella di Joe Cocker
Tutto comincia nell'autunno del 1967 quando, alla vigilia della pubblicazione dell’album d’esordio, Dave Mason lascia la band che aveva fondato con Steve Winwood, i Traffic...
"Non avevo mai visto la luna nel buio del cielo notturno"
Nasce così "Moonshadow" di Cat Stevens
"Take It Easy" (come cantavano già gli Eagles e Jackson Browne)
È la primavera del 1971 e Jackson Browne sta preparando il suo album di debutto...
Warren Zevon e "I lupi mannari di Londra"
"Dopo aver visto in televisione un film degli anni ’30, Werewolves Of London (I lupi mannari di Londra), continua a dirgli che avrebbe dovuto scrivere un brano con lo stesso titolo"
Santana - "Soul Sacrifice" chiude il set infuocato di Woodstock
Ad agosto del 1969 sul palco di Woodstock sale un sestetto sconosciuto ai più, ma che a San Francisco rappresentava già un mito...

Pagine