Blind Willie McTell - Bob Dylan rende omaggio ad uno dei suoi idoli di gioventù

Primavera del 1983: Bob Dylan è al lavoro sul suo nuovo album, "Infidels". Dylan sceglierà alla fine otto brani, ma ne lascerà fuori diversi, tra i quali uno straordinario omaggio a uno dei suoi idoli di gioventù, Blind Willie McTell
Venerdì, 11 Settembre, 2020
 
Primavera del 1983: Bob Dylan è a New York, negli studi Power Station, per registrare il suo 22esimo album, Infidels. Insieme a Mark Knopfler, Dylan sceglierà otto brani ma ne lascerà fuori diversi tra i quali uno straordinario omaggio a uno dei suoi idoli giovanili, Blind Willie McTell. Questo formidabile bluesman, proveniente dalla regione appalachiana del Piedmont, oltre a influenzare legioni di chitarristi e di rockstar (Allman Brothers su tutti) ha da sempre affascinato Mr. Zimmerman che una volta lo ha definito "il Van Gogh del country blues". Il brano, intitolato proprio Blind Willie McTell, è una ballad intensa che ricorda nella melodia il traditional St. James Infirmary che McTell aveva reso popolare in una memorabile versione.
Alla fine di ogni strofa, Dylan ricorda a tutti che "nessuno sa suonare il blues come Blind Willie McTell".
Il pezzo vedrà la luce solo nel 1991 nella Bootleg Series Vol. 1-3 Rare and Unreleased in due versioni, una acustica con Mark Knofpler alla chitarra e una elettrica con l’ex Rolling Stones Mick Taylor. Amato dai fan e apprezzato dai critici, il brano Blind Willie McTell per Bob Dylan, parole sue, "era soltanto un demo".
 

Jam Balaya

Il sogno di Elvis
Ottobre 1958: Elvis Presley, nel corso di un’intervista, racconta di non aver avuto mai l’ispirazione giusta per scrivere una canzone tranne quella volta quando, dopo essersi addormentato, ha fatto un
We Will Get By, We Will Survive
È la primavera del 1987 quando su MTV gira un video stravagante di una delle più leggendarie band del rock californiano, i Grateful Dead...
Language Is A Virus – Da William S. Burroughs a Laurie Anderson
L'aveva profetizzato William S.
Fabrizio De André secondo Beppe Gambetta
Il musicista genovese ci ha raccontato il suo primo incontro con Fabrizio De André e tutto il lavoro svolto sull'opera del grande Faber, affinché venga conosciuta e apprezzata anche all'este
Elliott Landy - Intervista ad uno dei fotografi più leggendari della storia del rock
Bob Dylan, The Band, il Festival di Woodstock del quale è stato fotografo ufficiale: sono davvero tanti i ricordi e gli aneddoti di Elliott Landy.
Kiefer Sutherland - La recensione del concerto al Fabrique di Milano
Un solo concerto in Italia per l'attore e cantautore canadese Kiefer Sutherland. Ecco com'è andato il suo live al live al Fabrique di Milano
John Sebastian e i suoi ricordi del Festival di Woodstock con i Lovin' Spoonful
Adesso vive a Woodstock e noi siamo andati a trovarlo a casa sua per farci raccontare il più famoso festival di tutti i tempi.
Dal folk revival degli anni '60 ad oggi - Intervista ad Eric Andersen
Eric Andersen è stato uno dei grandi protagonisti della scena del folk revival del Greenwich Village newyorkese negli anni '60.
David Byrne's American Utopia
Dopo Bruce Springsteen che ha spopolato con il suo "Springsteen On Broadway", un'altra grande rockstar americana porta la propria opera da circa un anno nei teatri d'America: David
Il cammino dell'anima - Intervista ad Angelo Branduardi
Abbiamo intervistato Angelo Branduardi che è ritornato a cantare la spiritualità nel suo nuovo album "Il cammino dell'anima", lavoro con cui ha risvegliato dal sonno dell’anno mille l’o
Francesco Guccini e Mauro Pagani - "Note di Viaggio - capitolo 1: venite avanti..."
Francesco Guccini e Mauro Pagani ci raccontano come è nato "Note di Viaggio - capitolo 1: venite avanti...", nuovo album tributo al Maestrone.
Il graditissimo ritorno in Italia di Rickie Lee Jones
Lucca, Milano, Roma e Foggia sono state le città che hanno ospitato Rickie Lee Jones per una serie di concerti.

Pagine