"Dance Me To The End Of Love" di Leonard Cohen per il Giorno della Memoria

La storia di un quartetto d'archi costretto a suonare nei campi di concentramento, mentre cresceva tristemente il numero delle vittime del genocidio: da questa vicenda nasce "Dance Me To The End Of Love" di Leonard Cohen
Mercoledì, 27 Gennaio, 2021
 
Oggi, 27 gennaio, è il Giorno della Memoria, una ricorrenza istituita nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto. La scelta è ricaduta su questa data perché il 27 gennaio 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono i superstiti sopravvissuti all’interno del campo di concentramento di Auschwitz.
 
Come sempre tanta musica è stata ispirata da vicende come quella dell’Olocausto: è il caso ad esempio di Dance Me To The End Of Love, brano del 1984 di Leonard Cohen che apre il suo album Various Positions. Dance Me To The End Of Love trae ispirazione dalla storia di un quartetto d’archi costretto a suonare nei campi di concentramento, mentre cresceva tristemente il numero delle vittime del genocidio.
 
“Suonavano musica classica mentre i loro compagni di prigionia venivano uccisi e bruciati - raccontava Leonard Cohen. - Così quella musica, 'Fammi danzare verso la tua bellezza con un violino in fiamme', sta ad indicare la bellezza della conclusione dalla vita, la fine dell’esistenza e dell’elemento passionale in quella conclusione. Ma è lo stesso linguaggio che usiamo per arrenderci al nostro amore, così non è importante che tutti conoscano la genesi della canzone, perché se il linguaggio viene da quella fonte passionale sarà in grado di abbracciare ogni attività passionale".
 

 

 

The Clip of the Week

Donovan - Nuovo video diretto da David Lynch per i 75 anni
Donovan ripubblica il suo brano del 2010 "I Am The Shaman" con un nuovo video diretto dal celebre regista (e suo amico) David Lynch
Jam TV – Music Room #13 - Eugenio Finardi e Claudio Trotta: il ritorno della musica live
Venerdì 14 maggio, ore 19:00, puntata speciale di Jam TV – Music Room, che sarà dedicata al ritorno della musica live
Jam TV – Music Room #12 - POWER TO THE PEOPLE: Rock e politica a mezzo secolo dai Festival di Re Nudo
Venerdì 7 maggio, ore 19:00, nuovo appuntamento con Jam TV – Music Room.
Dave Grohl - Da un nuovo documentario di cui è regista a una serie tv insieme alla madre per il frontman dei Foo Fighters
Tante novità per Dave Grohl
A Trent Reznor, Atticus Ross e Jon Batiste l’Oscar 2021 per la migliore colonna sonora con "Soul"
Secondo Oscar, dopo quello per "The Social Network" nel 2011, per Trent Reznor e Atticus Ross che hanno trionfato per la migliore colonna sonora con "Soul"
Jam TV – Music Room #11 - Dieci anni senza Amy Winehouse
Venerdì 30 aprile, ore 19:00, nuovo appuntamento con Jam TV – Music Room. L'incontro sarà dedicato ad Amy Winehouse, a quasi dieci anni dalla sua scomparsa
Concerto dei Genesis al Bataclan di Parigi (video restaurato in 4K)
Era il 10 gennaio 1973 quando i Genesis (ancora con Peter Gabriel) si esibivano al Bataclan di Parigi...
Roger Waters - Una nuova versione di "The Bravery of Being Out of Range"
Roger Waters ha condiviso una nuova versione di "The Bravery of Being Out of Range" con un lungo commento in cui prende di mira l'ex Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan (presente
Black Keys - Il nuovo singolo è "Crawling Kingsnake"
(Foto anteprima di Joshua Black Wilkins) I Black Keys tornano con un nuovo singolo che anticipa il loro nuovo album con cui rendono omaggio al Mississippi Hill Country Blues con brani di R. L.
Jam TV – Music Room #10 - Remembering Jim Morrison: 50 years of L.A. Woman
Venerdì 23 aprile, ore 19:00, decimo appuntamento con Jam TV – Music Room. L'incontro sarà dedicato a Jim Morrison e ai 50 anni dalla pubblicazione di "L.A. Woman" dei Doors
Mick Jagger pubblica a sorpresa "Eazy Sleazy", nuovo brano realizzato con Dave Grohl
"Eazy Sleazy" è il nuovo brano pubblicato da Mick Jagger insieme a Dave Grohl
Lucinda Williams - "Runnin' Down A Dream" (in versione live per rendere omaggio a Tom Petty)
"Runnin' Down A Dream": Lucinda Williams rende omaggio a Tom Petty con questo brano, primo estratto dal primo volume dei "Lu's Jukebox", una serie di album che l'art

Pagine