Eve Of Destruction - La denuncia di Phil Sloan in un brano portato al successo da Barry McGuire

Nella primavera del 1964 Phil Sloan sta scrivendo un nuovo brano politicamente impegnato, "Eve Of Destruction" ("La vigilia della distruzione"), che diventerà famoso nella versione di Barry McGuire
Lunedì, 3 Agosto, 2020
 
È la primavera del 1964: il diciannovenne cantautore Phil Sloan sta scrivendo un nuovo brano politicamente impegnato nella vena di Bob Dylan. Vuole denunciare tutto quello che nella società occidentale, americana in particolare, lo disgusta: razzismo, ipocrisia, ingiustizia. Sono passati pochi mesi dall’omicidio Kennedy e il giovane Sloan ha deciso di mettere in musica i propri sentimenti. E così scrive che si è “grandi per uccidere, ma non per votare” (riferendosi al fatto che i giovani americani in quegli anni votavano solo dopo aver compiuto il 21esimo anno di età mentre a 18 anni potevano partire per il Vietnam). Ma menziona anche il pericolo nucleare, gli scontri razziali, la minaccia del comunismo. A tale proposito, racconta di aver udito, tra sé e sé, una voce che gli suggeriva di riferirsi alla Cina Rossa come il maggior nemico.
Il pezzo, che si intitola Eve Of Destruction ("La vigilia della distruzione"), viene proposto ai Byrds che però lo rifiutano. Lo incidono invece i Turtles, ma senza successo. Nel 1965, il giovane folk-singer Barry McGuire ne fa una versione di enorme successo che porta però con sé moltissime critiche, dai conservatori (che la ritengono sovversiva), ma anche dai liberal progressisti che ne contestano alcune affermazioni. L'autore Phil Sloan affermerà che "Eve of Distruction" è "una canzone d'amore... d'amore per la razza umana".
 

Jam Balaya

Trema la terra - Intervista ad Alfio Antico
Com'è nato questo disco, perché lo ha voluto intitolare proprio "Trema la terra" e altro ancora nella nostra intervista ad Alfio Antico.
I'll Be There For You - Da sigla di "Friends" a piccolo grande inno d'amicizia
È stata una delle serie tv di maggior successo e anche in Italia “Friends” ha avuto tanti ammiratori...
No Time For Cryin' - "Non è tempo di piangere", parola di Mavis Staples
L'ottimismo, la forza, la determinazione, il coraggio di Mavis Staples, una grande protagonista di quella musica che affonda le proprie radici nel gospel
Hard Times Come Again No More - Un brano sempre attuale interpretato anche da Bruce Springsteen
Una canzone scritta più di duecento anni fa, che è stata cantata da tanti grandi, tra cui Bruce Springsteen: auguriamoci, come dice il ritornello di questa canzone, che questi tempi difficili non torn
Don't Let Me Disappear - "Cerchiamo di non sparire" canta Ben Harper nel suo nuovo singolo
"È da molto che non ci sentiamo tranquilli, da troppo che non riesco ad abbracciare o raggiungere qualcuno"...
Virus - "Una specie di storia d'amore tra il virus e la cellula" nella canzone di Björk
È il 2011 e la popstar islandese Björk pubblica un album, “Biophilia”, interamente dedicato al mondo della natura e, in modo assolutamente profetico, inserisce all'interno del disco un pezzo inti
"I Will Survive" canta Gloria Gaynor, diventando così una grande regina della disco music
Nel 1977 alla cantante afroamericana Gloria Gaynor viene proposta una canzone che sembra perfetta per alcune vicissitudini di vita che la stessa artista ha avuto in passato...
Peaceful Easy Feeling - Glenn Frey fa suo il brano di Jack Tempchin per il primo album degli Eagles
È il 1969 e Jack Tempchin ha appena finito il suo concerto in un localino di San Diego, al confine tra la California e il Messico.
Are You Lonesome Tonight? - Elvis di nuovo in studio dopo il servizio militare
Sono gli ultimi giorni di servizio militare per Elvis Presley, ma il suo manager, il famigerato Colonnello Parker, sta premendo da tempo perché torni a incidere, torni quindi a fare nuove canzoni...
I'm Still Standing - Elton John rimane in piedi (negli anni, rispetto alle mode e...)
Nei primissimi anni ’80 la stella di Elton John pare risplendere molto meno, travolta dalla rivoluzione punk, dalla moda dei nuovi romantici e dalle novità musicali che stanno emergendo in quei giorni
Don't Let It Bring You Down - L'invito (più che mai attuale) di Neil Young a non abbattersi
Nei primissimi anni ’70 Neil Young era solito presentare dal vivo una canzone che a lui piaceva molto e che sarebbe poi diventata un suo successo o perlomeno sarebbe stata amatissima dai suoi fan...
Don't Stand So Close To Me
Sting e i suoi "trascorsi" da insegnante in questo famoso brano con i Police

Pagine