Francesco Guccini e Mauro Pagani - "Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente"

Intervista a Francesco Guccini e a Mauro Pagani che ci raccontano com'è nato "Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente", secondo album tributo al Maestrone, dopo il primo uscito l'anno scorso
Venerdì, 16 Ottobre, 2020
 
Dopo il primo capitolo pubblicato poco meno di un anno fa, è uscito in questi giorni Note di Viaggio – capitolo 2: non vi succederà niente, lavoro in cui tanti artisti della musica italiana reinterpretano ancora una volta le canzoni di Francesco Guccini. Questo nuovo capitolo è stato pubblicato lo scorso 9 ottobre per BMG e ha debuttato direttamente al 3° posto della classifica FIMI//Gfk degli album più venduti della settimana, e al 1° posto della classifica vinili.
 
Sebbene il Maestrone si sia ufficialmente ritirato dalle scene da alcuni anni, come per il primo capitolo, ha cantato anche lui un brano per il nuovo album. La canzone si intitola Migranti, e ad accompagnarlo ci sono alcuni suoi collaboratori di lunga data, i Musici, tra cui Juan Carlos “Flaco” Biondini, chitarrista nonché autore della musica, appunto, del nuovo brano.
È nato però prima il testo di Migranti, scritto alcuni anni fa ovviamente da Francesco Guccini, inizialmente su richiesta di Caterina Caselli per Andrea Bocelli, anche se poi lo avrebbe fatto suo solo nel 2018 Enzo Iacchetti per presentarlo al Festival di Sanremo di quell'anno. Il brano non venne però ammesso alla fase finale della manifestazione e quindi l’attore lo avrebbe comunque eseguito soltanto all'interno di un suo spettacolo. Migranti, come si evince dal titolo, racconta il tema dell'immigrazione, tema più che mai attuale.
 
Dopo Manuel Agnelli, Samuele Bersani, Brunori Sas e gli altri che avevano prestato la loro voce per il primo capitolo, stavolta si sono cimentati con i brani di Guccini artisti come Zucchero con una sua versione di Dio è morto, ma anche Vinicio Capossela, Jack Savoretti, Roberto Vecchioni e tanti altri, anche in quest’occasione tutti sotto l’attenta supervisione di Mauro Pagani.
 
Anche la copertina di questo secondo capitolo è stata realizzata da Tvboy. Dopo il successo del murales comparso a sorpresa l’anno scorso a Bologna in via Paolo Fabbri, che era anche la cover del primo album, un altro luogo gucciniano è stato scelto dallo street artist per una sua opera e per creare di conseguenza la copertina di questo secondo capitolo. E quindi a Pavana, città natale del Maestrone, si può vedere questo nuovo murales, chiaramente ispirato al Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, con gli artisti protagonisti dell’album ritratti come i lavoratori dell’opera oggi esposta al Museo del Novecento di Milano.
 
Infine, ci sarebbe la possibilità di realizzare un terzo capitolo che si aggiungerebbe ai due inizialmente previsti, ma sembra sia più concreta un'altra tappa di questa celebrazione del Maestrone e delle sue canzoni, e cioè un concerto nel 2021 all'Arena di Verona con gli artisti che hanno preso parte ai due capitoli di Note di Viaggio.
 

Jam Balaya

Highway 61 Revisited - La svolta elettrica di Bob Dylan: da "profeta del folk" a "Picasso del rock"
30 agosto 1965: esce "Highway 61 Revisited", il disco della sua svolta elettrica di Bob Dylan, ma anche quello della sua dichiarazione d’amore per le radici nere di quella musica
The Weight - Il brano di debutto di The Band
Una storia surreale scritta da Robbie Robertson per The Band, il gruppo che ha accompagnato Bob Dylan nella sua svolta elettrica: il brano si intitola "The Weight" ed esce nel 1968 nell'
Mercedes Benz - L'ultimo brano registrato da Janis Joplin
1° ottobre 1970: tre giorni prima di lasciarci, Janis Joplin si era messa a canticchiare "Mercedes Benz" durante una pausa in studio di registrazione.
Supersonic - La storia del primo singolo degli Oasis
19 dicembre 1993: nello studio Pink Museum di Liverpool una giovane rock band di Manchester capitanata da due fratelli sta per registrare il suo primo singolo, ma nell'attesa uno dei due inizia a
Growin' Up - Una semplice audizione di pochi minuti che è durata quasi due ore per Bruce Springsteen
È il 2 maggio 1972 quando negli studi della CBS a New York il leggendario produttore John Hammond sta per ascoltare un 23enne songwriter del New Jersey che gli ha portato nei suoi uffici il giovane ma
Riders On The Storm - La storia dell'ultimo brano inciso da Jim Morrison con i Doors
È il dicembre del 1970 quando i Doors sono impegnati nelle registrazioni di "L.A. Woman", ultimo album del gruppo insieme a Jim Morrison...
Turn! Turn! Turn! - I Byrds, Pete Seeger... e l'Ecclesiaste
Siamo nel dicembre del 1965 quando i Byrds pubblicano "Turn! Turn! Turn!".
Silver Thunderbird - Un inno a un'auto leggendaria e ai ricordi di infanzia di Marc Cohn
Nel 1991 Marc Cohn pubblica il suo album di debutto che gli vale un Grammy Award come "Best New Artist". Nel disco c'è una canzone che si chiama "Silver Thunderbird"...
Gimme Some Lovin' - Il giovanissimo Steve Winwood scrive una hit per lo Spencer Davis Group
La storia di "Gimme Some Lovin'", grande successo dello Spencer Davis Group, scritto dall'allora diciassettenne Steve Winwood
Alive - La storia del primo singolo dei Pearl Jam
Estate del 1990: Stone Gossard e Jeff Ament stanno registrando alcuni brani al London Bridge Studio di Seattle...
Gallows Pole - I Led Zeppelin e la loro nuova versione di un vecchio blues
I Led Zeppelin modificano la struttura e creano un arrangiamento originale con tanto di nuovo testo e titolo modificato di un vecchio blues: nasce così "Gallows Pole"
Blues Hand Me Down - L'energia dei Vintage Trouble
"Blues Hand Me Down" è il brano che apre il loro album di debutto ed è un manifesto della loro musica: è come se James Brown e i Led Zeppelin si fossero magicamente fusi insieme...

Pagine