Gallows Pole - I Led Zeppelin e la loro nuova versione di un vecchio blues

I Led Zeppelin modificano la struttura e creano un arrangiamento originale con tanto di nuovo testo e titolo modificato di un vecchio blues: nasce così "Gallows Pole"
Giovedì, 12 Novembre, 2020
 
È la fine degli anni ’60 e Jimmy Page rimane incantato ascoltando un vecchio blues suonato con la chitarra 12 corde da un folk-singer bianco.
Il brano si chiama The Gallis Pole, è un traditional e l’interprete è Fred Gerlach, un amico del grande Leadbelly.
Page ci lavora sopra e insieme a John Paul Jones ne modifica la struttura e ne crea un arrangiamento originale. Page suona il banjo e la chitarra acustica a 6 e 12 corde, mentre Jones si cimenta con basso e mandolino.
La canzone prende forma e Robert Plant si occupa del testo.
La storia originaria è quella di un condannato a morte che, con stratagemmi vari, riesce a rinviare le procedure di impiccagione convinto che la sua famiglia possa prima o poi liberarlo. Se nel brano tradizionale (e nelle sue diverse versioni) il condannato effettivamente si salva, nella versione dei Led Zeppelin finisce con la corda al collo.
Con il titolo di Gallows Pole il pezzo è uno dei più belli ed efficaci del terzo album degli Zeppelin anche se verrà suonato soltanto pochissime volte in pubblico. Nel 1994, però, Page & Plant lo registreranno per il loro progetto acustico No Quarter.
 

Jam Balaya

No Time For Cryin' - "Non è tempo di piangere", parola di Mavis Staples
L'ottimismo, la forza, la determinazione, il coraggio di Mavis Staples, una grande protagonista di quella musica che affonda le proprie radici nel gospel
Hard Times Come Again No More - Un brano sempre attuale interpretato anche da Bruce Springsteen
Una canzone scritta più di duecento anni fa, che è stata cantata da tanti grandi, tra cui Bruce Springsteen: auguriamoci, come dice il ritornello di questa canzone, che questi tempi difficili non torn
Don't Let Me Disappear - "Cerchiamo di non sparire" canta Ben Harper nel suo nuovo singolo
"È da molto che non ci sentiamo tranquilli, da troppo che non riesco ad abbracciare o raggiungere qualcuno"...
Virus - "Una specie di storia d'amore tra il virus e la cellula" nella canzone di Björk
È il 2011 e la popstar islandese Björk pubblica un album, “Biophilia”, interamente dedicato al mondo della natura e, in modo assolutamente profetico, inserisce all'interno del disco un pezzo inti
"I Will Survive" canta Gloria Gaynor, diventando così una grande regina della disco music
Nel 1977 alla cantante afroamericana Gloria Gaynor viene proposta una canzone che sembra perfetta per alcune vicissitudini di vita che la stessa artista ha avuto in passato...
Peaceful Easy Feeling - Glenn Frey fa suo il brano di Jack Tempchin per il primo album degli Eagles
È il 1969 e Jack Tempchin ha appena finito il suo concerto in un localino di San Diego, al confine tra la California e il Messico.
Are You Lonesome Tonight? - Elvis di nuovo in studio dopo il servizio militare
Sono gli ultimi giorni di servizio militare per Elvis Presley, ma il suo manager, il famigerato Colonnello Parker, sta premendo da tempo perché torni a incidere, torni quindi a fare nuove canzoni...
I'm Still Standing - Elton John rimane in piedi (negli anni, rispetto alle mode e...)
Nei primissimi anni ’80 la stella di Elton John pare risplendere molto meno, travolta dalla rivoluzione punk, dalla moda dei nuovi romantici e dalle novità musicali che stanno emergendo in quei giorni
Don't Let It Bring You Down - L'invito (più che mai attuale) di Neil Young a non abbattersi
Nei primissimi anni ’70 Neil Young era solito presentare dal vivo una canzone che a lui piaceva molto e che sarebbe poi diventata un suo successo o perlomeno sarebbe stata amatissima dai suoi fan...
Don't Stand So Close To Me
Sting e i suoi "trascorsi" da insegnante in questo famoso brano con i Police
Hallelujah - Il brano di Leonard Cohen che diventa un vero e proprio inno grazie a Jeff Buckley
Sono i primi anni ’90 e Jeff Buckley, figlio del grande Tim Buckley, si sta facendo le ossa come songwriter nei locali newyorkesi...
Fortunate Son - La rabbia di John Fogerty nei confronti di certi "figli privilegiati"
È il 1968 e gli Stati Uniti D’America sono nel bel mezzo della sanguinosissima guerra nelle giungle vietnamite...

Pagine