Paradise City - Riff di Slash e testo (in versione edulcorata) di Axl per i Guns N' Roses

Sul retro di un van mezzo scassato, dopo un concerto a San Francisco, il chitarrista dei Guns N' Roses Slash strimpella su una sei corde acustica il riff che apre un pezzo destinato a diventare un classico del rock
Giovedì, 17 Settembre, 2020
 
Anno 1985. L'avevano chiamato "Hell Tour", il tour infernale. I Guns N' Roses stavano su due minibus per andare dalla loro Los Angeles sino a Sacramento per raggiungere quindi Seattle, città natale di Duff McKagan, bassista del gruppo. Poi, uno dei van si era rotto e i ragazzi erano stati costretti a pigiarsi tutti insieme. Eppure, proprio sul retro di quel van mezzo scassato, dopo un concerto a San Francisco, il chitarrista della band Slash strimpella su una sei corde acustica il riff che apre un pezzo destinato a diventare un classico del rock. Subito gli altri gli vanno dietro e quando Slash comincia a canticchiare "Take me down to the Paradise City" il cantante Axl, forse ricordando le sue origini del Midwest, gli risponde "where the grass is green and the girls are pretty" ("dove l'erba è verde e le ragazze sono belle"). A Slash non piace: preferirebbe piuttosto "where the girls are fat and they got big titties" ("dove le ragazze sono grasse e hanno grandi tette")... ma poi accetta la versione edulcorata dell’amico.
Intanto, la band comincia a farsi un nome nella scena losangelina e nel marzo del 1986 firma un contratto discografico con la Geffen.
Paradise City, insieme a Welcome To The Jungle e a Sweet Child O'Mine si afferma come uno dei brani principali dell'album di debutto, Appetite For Destruction, pubblicato nel febbraio del 1987.
Il video, ripreso dal vivo nel tour che la band fa in apertura degli Aerosmith e in una tappa del Monster of Rock a Donington (di fronte a quasi 100mila spettatori) diventa uno dei più amati dai telespettatori di MTV. E Paradise City, il brano ancora oggi preferito da Slash nel repertorio dei Guns N’ Roses, da quel momento in poi sarà destinato a chiudere tutti i loro concerti.
 

Jam Balaya

Shelter From The Storm - Bob Dylan cerca "riparo dalla tempesta"
È l'estate del 1975 e qualcuno dice che a Bob Dylan sia tornata l'ispirazione.
L’inno ai valori dell’amicizia di Carole King (cantato con grande successo anche da James Taylor)
Ancora oggi Carole King e James Taylor, quando si ritrovano insieme su un palco, non fanno a meno di riproporre "You've Got A Friend", un grande inno ai valori dell’amicizia che, oggi p
All You Need Is Love
Il 25 giugno del 1967 va in onda “Our World”, il primo programma via satellite in mondovisione che collega simultaneamente più nazioni, ognuna delle quali presenta dei personaggi rilevanti del mondo d
All I Have To Do Is Dream... perché sognare non costa nulla
Felice e Boudleaux Bryant sono una coppia nell'arte e nella vita. Loro scrivono canzoni e hanno composto tantissime hit soprattutto per gli Everly Brothers.
John Mellencamp - L'orgoglio di essere nato e cresciuto in provincia
Seymour, Indiana, è una cittadina di circa 20.000 abitanti, una cittadina di provincia, ed è lì che è nato John Mellencamp prima di trasferirsi nella vicina Bloomington
My City Of Ruins
È l'anno 2000 quando Bruce Springsteen scrive una canzone dedicata alla sua città...
Don't Stop
È il 1976 e i Fleetwood Mac stanno per registrare il sequel del loro decimo album che aveva riscosso grande successo, ma la band sta vivendo giorni turbolenti...
Dog Eat Dog - Intervista a Pino Scotto
Nuovo album per Pino Scotto: la grande icona del rock italiano è tornata infatti a 70 anni suonati con "Dog Eat Dog", un lavoro composto da undici brani inediti più una cover di "Don�
Peter Gabriel e la sua Solsbury Hill
È il 1976, Peter Gabriel ha appena lasciato i Genesis e ha in mente di scrivere qualcosa che descriva il suo stato d'animo...
A Change Is Gonna Come
"Un cambiamento sta per arrivare" canta Sam Cooke.
Under Pressure - Il fortunato incontro tra i Queen e David Bowie
È il 1981 e David Bowie si reca a Montreux in Svizzera ai Mountain Studios per registrare il tema del film “Il bacio della pantera”. In quegli stessi giorni negli studi c’erano anche i Queen...
Angel From Montgomery (in ricordo di John Prine)
Pochi giorni fa il Covid-19 ha fatto una vittima nel mondo della musica: si chiamava John Prine, era un artista magari conosciuto da pochi, ma ammirato da tanti, soprattutto dai suoi colleghi da Bob D

Pagine