You Can Close Your Eyes – James Taylor, Joni Mitchell e la nascita di Greenpeace

Il 16 ottobre del 1970 Irving Stowe, avvocato americano trasferitosi in Canada, ha organizzato un concerto a Vancouver per raccogliere fondi a favore di un’organizzazione ecologista...
Mercoledì, 17 Giugno, 2020
 
Il 16 ottobre del 1970 Irving Stowe, avvocato americano trasferitosi in Canada, ha organizzato un concerto a Vancouver per raccogliere fondi a favore di un’organizzazione ecologista, il Don’t Make a Wave Committee, che ha fondato insieme ad alcuni suoi amici. Lo scopo è quello di finanziare il viaggio di un vascello che dalle coste del Canada si sarebbe diretto all’isola di Amchitka, nelle acque dell’Alaska, dove da qualche tempo il governo americano stava compiendo esperimenti nucleari. Una volta giunto nelle acque dell’isola, il vascello si sarebbe fermato per impedire gli esperimenti nucleare che in quel caso avrebbero rischiato di uccidere vite umane.
 
Irving Stowe ha pensato di invitare la sua amica Joan Baez che però non poteva partecipare all’evento, ma la stessa artista gli aveva suggerito di chiamare Joni Mitchell. La cantautrice canadese aveva accettato e aveva portato con sé il suo fidanzato dell’epoca, James Taylor, che in quel momento era in vetta alle classifiche. Il concerto fu fantastico, concluso da un duetto degno di quello stesso evento: una canzone per sola chitarra acustica e due voci, You Can Close Your Eyes, una ninna nanna romantica che James non aveva ancora inciso, ma che metterà nel suo album Mud Slime Slim and the Blue Horizon.
 
Il concerto fruttò poi i soldi necessari al viaggio di quel vascello che fu ribattezzato Greenpeace, così come poi l’organizzazione di Irving Stowe si chiamerà in quel modo. Nel giro di un anno il viaggio suo e dei suoi amici e tutto il rumore fatto dai media dell’epoca fecero in modo che il governo americano smettesse di fare esperimenti nucleari nell’isola di Amchitka. Nel frattempo, invece, You Can Close Your Eyes è nel repertorio ormai di ogni concerto di James Taylor, anzi, lui la usa quasi sempre per chiudere le sue esibizioni.
 

Jam Balaya

Highway 61 Revisited - La svolta elettrica di Bob Dylan: da "profeta del folk" a "Picasso del rock"
30 agosto 1965: esce "Highway 61 Revisited", il disco della sua svolta elettrica di Bob Dylan, ma anche quello della sua dichiarazione d’amore per le radici nere di quella musica
The Weight - Il brano di debutto di The Band
Una storia surreale scritta da Robbie Robertson per The Band, il gruppo che ha accompagnato Bob Dylan nella sua svolta elettrica: il brano si intitola "The Weight" ed esce nel 1968 nell'
Mercedes Benz - L'ultimo brano registrato da Janis Joplin
1° ottobre 1970: tre giorni prima di lasciarci, Janis Joplin si era messa a canticchiare "Mercedes Benz" durante una pausa in studio di registrazione.
Supersonic - La storia del primo singolo degli Oasis
19 dicembre 1993: nello studio Pink Museum di Liverpool una giovane rock band di Manchester capitanata da due fratelli sta per registrare il suo primo singolo, ma nell'attesa uno dei due inizia a
Growin' Up - Una semplice audizione di pochi minuti che è durata quasi due ore per Bruce Springsteen
È il 2 maggio 1972 quando negli studi della CBS a New York il leggendario produttore John Hammond sta per ascoltare un 23enne songwriter del New Jersey che gli ha portato nei suoi uffici il giovane ma
Riders On The Storm - La storia dell'ultimo brano inciso da Jim Morrison con i Doors
È il dicembre del 1970 quando i Doors sono impegnati nelle registrazioni di "L.A. Woman", ultimo album del gruppo insieme a Jim Morrison...
Turn! Turn! Turn! - I Byrds, Pete Seeger... e l'Ecclesiaste
Siamo nel dicembre del 1965 quando i Byrds pubblicano "Turn! Turn! Turn!".
Silver Thunderbird - Un inno a un'auto leggendaria e ai ricordi di infanzia di Marc Cohn
Nel 1991 Marc Cohn pubblica il suo album di debutto che gli vale un Grammy Award come "Best New Artist". Nel disco c'è una canzone che si chiama "Silver Thunderbird"...
Gimme Some Lovin' - Il giovanissimo Steve Winwood scrive una hit per lo Spencer Davis Group
La storia di "Gimme Some Lovin'", grande successo dello Spencer Davis Group, scritto dall'allora diciassettenne Steve Winwood
Alive - La storia del primo singolo dei Pearl Jam
Estate del 1990: Stone Gossard e Jeff Ament stanno registrando alcuni brani al London Bridge Studio di Seattle...
Gallows Pole - I Led Zeppelin e la loro nuova versione di un vecchio blues
I Led Zeppelin modificano la struttura e creano un arrangiamento originale con tanto di nuovo testo e titolo modificato di un vecchio blues: nasce così "Gallows Pole"
Blues Hand Me Down - L'energia dei Vintage Trouble
"Blues Hand Me Down" è il brano che apre il loro album di debutto ed è un manifesto della loro musica: è come se James Brown e i Led Zeppelin si fossero magicamente fusi insieme...

Pagine