You Can Close Your Eyes – James Taylor, Joni Mitchell e la nascita di Greenpeace

Il 16 ottobre del 1970 Irving Stowe, avvocato americano trasferitosi in Canada, ha organizzato un concerto a Vancouver per raccogliere fondi a favore di un’organizzazione ecologista...
Mercoledì, 17 Giugno, 2020
 
Il 16 ottobre del 1970 Irving Stowe, avvocato americano trasferitosi in Canada, ha organizzato un concerto a Vancouver per raccogliere fondi a favore di un’organizzazione ecologista, il Don’t Make a Wave Committee, che ha fondato insieme ad alcuni suoi amici. Lo scopo è quello di finanziare il viaggio di un vascello che dalle coste del Canada si sarebbe diretto all’isola di Amchitka, nelle acque dell’Alaska, dove da qualche tempo il governo americano stava compiendo esperimenti nucleari. Una volta giunto nelle acque dell’isola, il vascello si sarebbe fermato per impedire gli esperimenti nucleare che in quel caso avrebbero rischiato di uccidere vite umane.
 
Irving Stowe ha pensato di invitare la sua amica Joan Baez che però non poteva partecipare all’evento, ma la stessa artista gli aveva suggerito di chiamare Joni Mitchell. La cantautrice canadese aveva accettato e aveva portato con sé il suo fidanzato dell’epoca, James Taylor, che in quel momento era in vetta alle classifiche. Il concerto fu fantastico, concluso da un duetto degno di quello stesso evento: una canzone per sola chitarra acustica e due voci, You Can Close Your Eyes, una ninna nanna romantica che James non aveva ancora inciso, ma che metterà nel suo album Mud Slime Slim and the Blue Horizon.
 
Il concerto fruttò poi i soldi necessari al viaggio di quel vascello che fu ribattezzato Greenpeace, così come poi l’organizzazione di Irving Stowe si chiamerà in quel modo. Nel giro di un anno il viaggio suo e dei suoi amici e tutto il rumore fatto dai media dell’epoca fecero in modo che il governo americano smettesse di fare esperimenti nucleari nell’isola di Amchitka. Nel frattempo, invece, You Can Close Your Eyes è nel repertorio ormai di ogni concerto di James Taylor, anzi, lui la usa quasi sempre per chiudere le sue esibizioni.
 

Jam Balaya

Bird On The Wire - Leonard Cohen e Marianne Ihlen sull'isola greca di Idra
"Guarda Leonard... somiglia a una nota musicale, potresti scrivere una canzone..."
Moon Over Bourbon Street - Sting, il Quartiere Francese di New Orleans... e un libro
Sting passeggia per le viuzze del Quartiere Francese di New Orleans e crede di essere inseguito da qualcuno... o è soltanto una suggestione?
The Only Living Boy In New York - Simon & Garfunkel (insieme nella musica, ma non in un film)...
Quando Art Garfunkel viene scritturato per "Comma 22", sembrava che anche Paul Simon dovesse avere una parte all'interno del film di guerra... e invece...
Rosie - Un Jackson Browne da censura?
Se la ragazza è fuggita con il batterista, chi è quella Rosie che dà il titolo alla canzone di Jackson Browne?
Sanctuary - Gli Iron Maiden, la loro mascotte Eddie... e Margaret Thatcher
Una copertina oltraggiosa per "Sanctuary", secondo singolo dell'album di debutto degli Iron Maiden
Bad To The Bone - George Thorogood e il suo blues da "cattivo fino al midollo"
"Bad To The Bone", "Cattivo fino al midollo", sembra fatto su misura per la grinta e l'arroganza di George Thorogood.
Highway Star - I Deep Purple e il loro brano nato sul bus che li stava portando a Portsmouth
Nasce proprio in quel tragitto uno dei brani destinati a segnare la carriera del quintetto di Ritchie Blackmore e Ian Gillan...
Nutbush City Limits - Tina Turner e il suo brano autobiografico di successo (con e senza Ike)
Tina Turner scrive un brano su Nutbush, villaggio in cui è nata nel Tennessee, una comunità talmente piccola da non essere riconosciuta come comune: Nutbush non ha quindi "city limits" e cio
La Grange - La storia di uno dei brani più trascinanti degli ZZ Top
Un famoso bordello in una piccola cittadina del Texas, John Lee Hooker... e gli ZZ Top: "La Grange"
At The Hop - Danny & The Juniors dedicano una canzone alle feste danzanti nei licei americani
Nel 1957, due autori/produttori di Filadelfia scrivono una canzone ispirata ai diversi, fantasiosi tipi di ballo che i giovani di quegli anni si inventavano per scatenarsi su brani di rock ‘n’ roll...
The Pusher - Non solo "Born To Be Wild" per gli Steppenwolf nella colonna sonora di "Easy Rider"
John Kay degli Steppenwolf, è a Los Angeles a un concerto di Hoyt Axtorn, cantautore dell'Oklahoma...
The Battle Of New Orleans - Jimmie Driftwood, la Nitty Gritty Dirt Band... e la storia americana
Jimmie Driftwood è un appassionato docente di storia e, per cercare di trasmettere il suo stesso amore e interesse ai suoi studenti, ha scritto decine di canzoni sugli episodi importanti della storia

Pagine