Tu sei qui

I Doors al cinema per un solo giorno

Il concerto del 1968 all'Hollywood Bowl in 300 sale italiane
29 Gennaio 2013

Volete vedere un concerto dei Doors al cinema? Allora segnatevi la data: 27 febbraio. In quel giorno il dvd Live At The Bowl '68, disponibile nei negozi da qualche mese, verrà distribuito da Microcinema in 300 sale italiane (qui le informazioni). Registrato il 5 luglio del 1968 all’Hollywood Bowl di Los Angeles, il concerto è stato pubblicato nel corsi degli anni in varie versioni. La più completa è questa nuova, rimasterizzata dal fonico dell'epoca Bruce Botnick. Contiene tre esecuzioni mai ascoltate in precedenza: Hello, I Love You, The WASP (Texas Radio And The Big Beat) e Spanish Caravan.

Non si tratta di una delle esibizioni più esplosive del trio. A dispetto del mito di cantante perennemente sopra le righe, il Jim Morrison di questo filmato è tutto sommato quieto e potrà deludere chi si aspetta gesti clamorosi come quelli sceneggiati da Oliver Stone in The Doors. Ma del resto la performance più pacata significò anche esecuzioni più accurate. Filmato da quattro cineprese, il quartetto alterna classici come Light My Fire e The End a pezzi meno noti come Horse Latitudes e Alabama Song. Secondo il tastierista Ray Manzarek, «il suono è come se foste all'Hollywood Bowl, sul palco con noi».

Una curiosità. A quanto pare uno dei macchinisti presenti quella sera era l'attore Harrison Ford, arrivato a Hollywood da quattro anni. Ai tempi non ancora una star, Ford si divideva fra piccoli ruoli al cinema e lavori di carpentiere. In queste vesti lavorò per il discografico Jac Holzman alla costruzione dello studio della Elektra. Ma fu probabilmente il regista e fotografo Paul Ferrara, amico dei Doors, a coinvolgerlo in vari lavori col gruppo, fra cui Feast Of Friends. Per buona parte del '68 il futuro Han Solo seguì il quartetto come macchinista e assistente di camera. È visibile di sfuggita in alcuni filmati d'epoca.