Tu sei qui

TranSonanze: secondo incontro della rassegna dedicata ai linguaggi rock

A Benevento interverranno i due popolari giornalisti partenopei Carmine Aymone e Michelangelo Iossa. E poi un workshop pomeridiano e un incontro-concerto serale...
11 Aprile 2016
A causa di problemi di salute di Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, il duplice appuntamento diTranSonanze di oggi lunedì 11 aprile subirà delle modifiche.
Il workshop pomeridiano con i due ospiti, previsto alle 17.00 in Aula Bonazzi (Conservatorio Nicola Sala) è rinviato a data da destinarsi (che sarà comunicata quanto prima). 
Si terrà invece l'incontro-concerto delle 21.00 al Teatro De Simone, senza gli ospiti ma con la conduzione del prof. Felice Casucci, di Ernesto Razzano e Donato Zoppo, e il contributo musicale del Nicola Sala Jazz Ensemble guidato dal M. Aldo Bassi e della rock band dei Lemon Haze.

 
Università degli Studi del Sannio e Conservatorio Nicola Sala sono lieti di presentare:
 
CARMINE AYMONE E MICHELANGELO IOSSA
Musealità, nostalgia e comunicazione: la cultura rock nella contemporaneità
 
ospiti di
 
Transonanze - Festival di Scritture Rock
Universi creativi: linguaggi giovanili della contemporaneità – II edizione
 

Lunedì 11 aprile 2016 h. 17.00 Aula Bonazzi Conservatorio Nicola Sala
Via Mario La Vipera 1, Benevento
 
h. 21.00 Teatro De Simone 
Via Niccolò Franco 18, Benevento
 
ingresso gratuito
 
Lunedì 11 aprile 2016, dopo il successo del primo appuntamento con Carlo Massarini, secondo incontro di TranSonanze - Festival di scritture rock con la partecipazione di Carmine Aymone e Michelangelo Iossa. La rassegna dedicata alla comunicazione rock, che si terrà a Benevento fino a giugno 2016, prosegue con l'intervento di due tra le più amate e seguite firme del giornalismo musicale nazionale, nonchè curatori artistici della Mostra Rock! (PAN - Napoli), esempio unico in Italia di mostra internazionale permanente dedicata al rock e ai suoi linguaggi.
Ideata e diretta da Donato Zoppo, patrocinata dall'Università degli Studi del Sannio con il Conservatorio Nicola Sala, TranSonanze coinvolge alcuni dei più autorevoli operatori musicali italiani, con il fil rouge del rock come linguaggio aggregativo. Il progetto - promosso nell'ambito della attività didattiche di Diritto e Letteratura, insegnamento istituito nel 2008 presso Unisannio - rientra infatti nelle iniziative dell'ateneo sannita volte alla ricerca sui linguaggi giovanili legati alla creatività e all'arte.
 
Aymone e Iossa saranno coinvolti in un duplice appuntamento: alle 17.00 workshop con gli studenti (Aula Bonazzi del Conservatorio - La partecipazione sarà valutata ai fini del riconoscimento di CFU per "altre attività" per gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza), alle 21.00 incontro-concerto (Teatro De Simone) presentato da Donato Zoppo e dal prof. Felice Casucci (docente di Diritto e Letteratura presso Unisannio e coordinatore del progetto per conto dell'Università) con il giornalista e operatore culturale Ernesto Razzano. L'incontro-concerto avrà un significativo contributo musicale: in apertura il Nicola Sala Jazz Ensemble, composto dagli allievi del Biennio di Jazz del Conservatorio N. Sala, diretti dai maestri Aldo Bassi (tromba) e Francesco Branciamore (batteria), a seguire gli irresistibili Lemon Haze, band legata alla tradizione rock anni 60/70.
 
Entrambi napoletani e attivissimi su più fronti, Michelangelo Iossa e Carmine Aymone sono la coppia più nota del giornalismo musicale campano: firma del Corriere del Mezzogiorno il primo, volto di Optimagazine il secondo, Aymone e Iossa sono scrittori apprezzati che hanno dedicato larga parte del loro lavoro a nomi come Beatles, Pino Daniele, Osanna, James Senese e tanti altri. La loro partecipazione a TranSonanze sarà decisiva per comprendere gli sviluppi contemporanei del linguaggio rock, in una valutazione tra passato e presente, tra ribellione e istituzionalità, legata anche alla loro esperienza con la Mostra Rock!: un percorso che rientra in pieno nell'idea degli "Universi Creativi" e dei linguaggi giovanili della contemporaneità approfondita da Unisannio.
 
I prossimi incontri della rassegna si terranno ad aprile, maggio e giugno. Lunedì 9 maggio entrerà in gioco il mondo dell'avanguardia e della musica di confine con Antonello Cresti; gran finale lunedì 13 giugno con Federico Guglielmi, testimone d'eccellenza per comprendere le direzioni del rock italiano nell'ultimo trentennio.
 
Prossimi appuntamenti:

Lunedì 9 maggio 2016
h. 17.00 Aula Bonazzi - Conservatorio N. Sala
h. 21.00 Teatro De Simone
ANTONELLO CRESTI
Le controculture e la sperimentazione nel rock dagli anni '60 al nuovo millennio

Lunedì 13 giugno 2016
h. 17.00 Aula Bonazzi - Conservatorio N. Sala
h. 21.00 Teatro De Simone
FEDERICO GUGLIELMI
Il rock in Italia dagli anni '70 ad oggi tra classici e indie