Tu sei qui

BNQT

Volume 1
Bella Union Records
Un ottimo album per un supergruppo indie con in mente gli anni '70
di Francesco Taranto
03 Maggio 2017
I BNQT (ovvero “Banquet”) sono un supergruppo “indie”. La band e il disco ruotano infatti attorno alle personalità di Alex Kapranos (Franz Ferdinand), Fran Healy (Travis), Ben Bridwell (Band of Horses), Jason Lytle (Grandaddy) e l’ideatore Eric Pulido (Midlake). Non a caso quest’ultimo ha definito l’esperimento ironicamente come “i Traveling Wilbury’s dei poveri”.
 
L’album contiene dieci tracce molto diverse tra loro, non solo per l’alternarsi delle voci principali tra i vari cantanti, ma anche per quanto riguarda la musica. Se il concetto stesso di supergruppo rimanda immediatamente agli anni '70, i brani stessi potrebbero provenire da una vecchia playlist di musica di quell’epoca.
Si passa facilmente dal classic rock dominato da un potente riff di chitarra di Restart, cantata da Pulido, alle atmosfere soul e quasi jazzate di Unlikely Force, perfetta per la voce di Bridwell. I toni più folk con splendido arrangiamento di archi di 100 Million Miles sono riservati poi al cantato di Lytle.
Le “star” del gruppo sono probabilmente Healy, impeccabile nella dolce e delicata Mind Of A Man, che ricorda effettivamente parte della produzione più recente dei Travis, e Kapranos che colpisce nel pastiche psichedelico di Hey Banana, cantata col solito stile quasi da crooner.
In questa ipotetica radio anni '70, nella quale sembra di imbattersi ascoltando il disco, c’è spazio anche per la lennoniana Real Love con incursioni di fiati, per la toccante ballata al pianoforte di Failing At Feeling, per la jam session di Tara e infine per il rock ‘n’ roll spensierato dell’emblematica L.A. On My Mind.
 
I BNQT spaziano senza problemi attraverso atmosfere, stili, arrangiamenti e influenze disparate, grazie all’ottimo contributo dei Midlake come strumentisti a rendere coerente il tutto. Il risultato è un ottimo disco che ha il merito di apparire come il lavoro di un’unica band con cinque diversi cantanti.