Tu sei qui

Jimi Hendrix Experience

Jimi Hendrix: Electric Church
Legacy Recordings
Il concerto del chitarrista di Seattle e della sua Experience all'Atlanta Pop Festival del 1970
di Roberto Caselli
17 Novembre 2015
Dal 3 al 5 luglio 1970 si tenne nei pressi di Byron, in Georgia, a un centinaio di chilometri da Atlanta, il Second Atlanta Pop Festival cui parteciparono trenta big del rock più genuino di allora. Fra questi Jimi Hendrix che si presentò sul palco con la sua Experience alla mezzanotte dell'Indipendence Day. Sarebbe stato il concerto davanti alla platea più vasta mai accorsa a una sua performance, circa 300.000 persone, ma anche uno degli ultimi grandi eventi a cui avrebbe partecipato prima della sua scomparsa che sarebbe giunta a poco più di due mesi di distanza.
 
A ricordare quell'evento è uscito il 4 settembre scorso, negli Stati Uniti, Electric Church, il documentario di Steve Rash che esplora a fondo con immagini e interviste quel momento stranamente poco ricordato dell'epopea rock. Dal 30 ottobre è disponibile anche il dvd che aggiunge al filmato trasmesso in televisione Red House e Freedom come bonus, oltre alla speciale presentazione di Room Full Of Mirrors che combina l'esibizione a una serie di fotografie inedite scattate in quell'occasione, sicuramente gradite agli appassionati.
Il filmato apre con una serie di interviste fatte a vari personaggi come il suo batterista Mitch Mitchell, il bassista Billy Cox e poi musicisti quali Steve Winwood, Susan Tedeschi e Paul McCartney che dicono la loro su Jimi personaggio e musicista. Ma sono naturalmente le performance a interessare di più e allora ecco alternarsi brani come Fire, Spanish Castle Magic, Red House, All Along The Watchtower, Foxey Lady, Purple Haze, Hey Joe, Voodoo Child (Slight Return), Stone Free, insomma tutto il meglio del suo repertorio condensato in 13 pezzi.
 
Hendrix è in perfetta forma e il leggendario modo di suonare frammisto al suo muoversi sul palco rendono la pellicola davvero straordinaria.