Tu sei qui

David Crosby

For Free
Three Blind Mice/BMG
Quinto album solista in sette anni per David Crosby: "dal ritratto all'autoritratto"
di Leonardo Follieri
15 Ottobre 2021
Un ritratto di Joan Baez per la copertina e un titolo per l’album, For Free, ripreso da un brano di un’altra singer-songwriter/pittrice come Joni Mitchell per un lavoro che segue la scia dei suoi ultimi di questi anni. David Crosby è tornato con un nuovo album, a testimonianza della prolificità di questa fase della sua carriera, dal momento che si tratta del quinto disco in sette anni. Produttore di For Free è ancora una volta James Raymond, il figlio naturale ritrovato di David Crosby che è con lui anche nei CPR.
 
L’album si apre con River Rise, singolo che ne aveva anticipato l’uscita e in cui compare anche la voce dell’ex Doobie Brothers Michael McDonald. Un ospite come Donald Fagen degli Steely Dan, gruppo preferito dello stesso Crosby, cambia invece le atmosfere di un album principalmente e inevitabilmente folk rock visto il primo attore, rendendole più funky (con tanto di fiati) nel brano da lui cofirmato, Rodriguez For A Night. Gli amanti delle armonizzazioni vocali di Crosby, Stills, Nash & Young troveranno dei chiari riferimenti in un pezzo come The Other Side Of Midnight, con buona pace di chi continua a sognare l’ennesima reunion del supergruppo che non ci sarà, visti i litigi e le “incomprensioni” ormai irreversibili. La title-track è un tuffo legato al medesimo passato appena citato, pensando alla relazione di quegli anni tra David Crosby e Joni Mitchell, ma anche un omaggio alla cantautrice canadese nel presente, con il solo piano dal punto di vista musicale e la voce dello stesso Crosby che si sposa perfettamente con quella della giovane singer-songwriter e polistrumentista Sarah Jarosz. Nella delicata I Won’t Stay For Long Crosby sembra, infine, fare i conti con ciò che rimane dopo una vita intensa (sebbene paradossalmente il brano sia stato scritto da James Raymond).
 
Dal ritratto della copertina si arriva insomma sempre di più a un autoritratto intimo di David Crosby che con la sua voce ricca di sfumature sottolinea quanto ancora abbia necessità di comunicare, di scrivere musica e, perché no, di trasmettere la positività di chi “ha trovato la propria strada”, come ribadisce più volte in I Think I, dall’alto dei suoi 80 anni compiuti lo scorso 14 agosto.