40 anni dalla morte di John Lennon

L'8 dicembre 1980 il mondo perdeva un grande artista, idolo di un'intera generazione
Martedì, 8 Dicembre, 2020
 
8 dicembre 1980, ore 22.51. Un pazzo di nome Mark David Chapman esplode cinque colpi di pistola contro John Lennon, davanti all’ingresso del Dakota Building, lussuoso palazzo sulla 72ª strada, nell'Upper West Side a New York, in cui viveva insieme alla moglie Yoko Ono. Solo il quinto colpo manca il bersaglio. I primi quattro sono purtroppo fatali e il mondo perde così un grande artista, idolo di un’intera generazione.
 
A 40 anni dalla scomparsa, il modo migliore per ricordarlo rimane sempre quello di riascoltare le sue canzoni e per l’occasione iniziamo riascoltando Mind Games. Il brano apre l’album e dà anche il titolo al lavoro pubblicato nel 1973. La sua uscita coincise con il temporaneo allontanamento di John Lennon da Yoko Ono, durato circa 18 mesi e noto anche come “Lost Weekend” (weekend perduto).
Inizialmente Mind Games doveva essere uno dei grandi inni pacifisti di John Lennon e infatti il titolo iniziale era Make Love, Not War (Fate l’amore, non fate la guerra), ma ritenendo che quello slogan fosse fin troppo abusato in quel periodo, decise di cambiare il titolo. E decise di cambiare in parte anche il tema del brano: l’ispirazione era arrivata infatti leggendo Mind Games: The Guide to Inner Space, libro di Robert Masters e Jean Houston, che parla della potenza del nostro cervello, grazie al quale possono mutare i nostri diversi stati di coscienza. Nel brano ci sono comunque frasi come Love is the answer (L’amore è la risposta) e anche nella coda si può ascoltare quello che doveva essere il ritornello originario che iniziava con le parole I want you to make love, not war (Voglio che facciate l’amore, non la guerra):
 
 

 
A proposito di musica da ascoltare o da riascoltare, proprio oggi Ringo Starr ha pubblicato una foto sui suoi canali social in cui è in compagnia di John Lennon e in cui chiede a tutte le radio del mondo di trasmettere Strawberry Fields Forever nel corso di questa giornata:
 

 
Love is the answer...
 

The Clip of the Week

Jam TV – Music Room #7 - Buon compleanno Lady Gaga
Venerdì 26 marzo, ore 19.30, settimo appuntamento con Jam TV – Music Room #7: "Buon compleanno Lady Gaga"
U2 - The Virtual Road
Una serie di concerti leggendari trasmessi sul canale YouTube della band, per la prima volta con audio rimasterizzato e nuova qualità delle immagini
Francesco Guccini - "Note di Viaggio. Il film"
Il viaggio nel dietro le quinte di uno dei progetti discografici italiani più ambiziosi e riusciti degli ultimi anni
Paul McCartney - Una nuova versione di "McCartney III" con Beck, Damon Albarn e tanti altri
Cover, partecipazioni e remix di altri artisti in "McCartney III Imagined", una nuova versione, che si preannuncia insolita e originale, di "McCartney III"
Jam TV – Music Room #6 - Jethro Tull, il mito - 50 anni di "Aqualung"
Venerdì 19 marzo, ore 19.00, sesto appuntamento con Jam TV – Music Room: "Jethro Tull, il mito - 50 anni di 'Aqualung'"
Jam TV – Music Room #5 - "Life On Mars?" 50 anni dopo
Venerdì 12 marzo, ore 19.00, quinto appuntamento con Jam TV – Music Room: "'Life On Mars?' 50 anni dopo"
Mick Fleetwood And Friends - "Rattlesnake Shake" con Steven Tyler e Billy Gibbons
"Rattlesnake Shake" - Una performance live con Steven Tyler e Billy Gibbons
Radio FM Project feat. Boris Savoldelli - "Bowie-Reed-Berlin"
Una città, Berlino, che è stata un'enorme fonte d'ispirazione per due dei più importanti esponenti della storia del rock d'avanguardia: David Bowie e Lou Reed...
Jam TV – Music Room #4 - Trap: chi la ama, chi la odia
Venerdì 5 marzo, ore 18.30, quarto appuntamento con Jam TV – Music Room: "Trap: chi la ama, chi la odia"
Lawrence Ferlinghetti - "The world is a beautiful place" per ricordare uno dei grandi padri della Beat Generation
(Foto anteprima: Cmichel67) Ci ha lasciato due giorni fa Lawrence Ferlinghetti, uno dei padri della Beat Generation
Jam TV – Music Room #3 - Rino Gaetano, Sotto un cielo sempre più blu
Venerdì 26 febbraio, ore 18.30, terzo appuntamento con Jam TV – Music Room: "Rino Gaetano, Sotto un cielo sempre più blu"
Peter Gabriel reincide "Biko" insieme a 25 musicisti di tutto il mondo
Un messaggio ancora attuale quello di "Biko", classico di Peter Gabriel dedicato a Steve Biko, l’attivista sudafricano anti-apartheid che fu ucciso dalla polizia nel 1977, mentre era in stat

Pagine