At The Hop - Danny & The Juniors dedicano una canzone alle feste danzanti nei licei americani

Nel 1957, due autori/produttori di Filadelfia scrivono una canzone ispirata ai diversi, fantasiosi tipi di ballo che i giovani di quegli anni si inventavano per scatenarsi su brani di rock ‘n’ roll...
Martedì, 2 Marzo, 2021
 
 

 
Negli anni ’50 le feste danzanti nei licei americani venivano chiamate in maniera familiare “the hop”, fare due salti, diremmo noi, o anche “the sock hops” perché i dirigenti scolastici pretendevano che i ragazzi ballassero senza scarpe per non rovinare i pavimenti. Nel 1957, due autori/produttori di Filadelfia scrivono una canzone ispirata proprio ai diversi, fantasiosi tipi di ballo che i giovani di quegli anni si inventavano per scatenarsi su brani di rock ‘n’ roll. La chiamano At The Hop e la incidono come Danny & The Juniors, il quartetto vocale di uno di loro. Nel testo, molto semplice, vengono citati diversi passi di ballo, dal calipso al chicken. Pare che Dick Clark, conduttore e produttore di "American Bandstand", il più popolare show televisivo d’America in cui i ragazzi ballavano sulle canzoni suonate dai disc jockey avesse preteso il 50% delle royalty per passare il brano in trasmissione. Cosa che fece, assicurandone il successo, salvo poi cedere a sua volta quel 50%, visto che in quei giorni stava montando lo scandalo del "Payola", quello cioè delle bustarelle che i discografici davano ai disc jockey pur di mandare in onda i loro brani.
Dodici anni dopo, la canzone ritorna a sorpresa sul palco di Woodstock grazie agli Sha-Na-Na...
 

Jam Balaya

Freedom
Richie Havens e il suo inno alla libertà al Festival di Woodstock
Here Comes The Sun - Per George Harrison è un brutto periodo, ma...
Anche nei giorni più bui e più tempestosi dobbiamo sempre ricordarci che prima o poi il sole tornerà a splendere
I’m Free – Tommy ritrova finalmente la libertà nella rock opera degli Who
Nel maggio del 1969 gli Who pubblicano “Tommy”, la prima più importante rock opera della storia...
Spinning Wheel - "Una ruota che gira"
Nel 1967 David Clayton-Thomas, giovane songwriter canadese appassionato di blues, frequenta la scena musicale di Toronto. Lì ha conosciuto Joni Mitchell...
I Got You (I Feel Good) - James Brown (ri)scrive il suo brano di maggior successo
È il 1965, James Brown è ai vertici della popolarità e allora decide di scrivere un pezzo, riproponendo di fatto un altro suo brano che aveva composto e regalato alla sua corista, ma che non aveva avu
Fragile - La poesia di Sting che solleva gli animi di tutti noi e ci dà ottimismo e speranza
È l’11 settembre del 2001, giorno in cui tutti abbiamo assistito sgomenti alle tragiche immagini provenienti da New York, dalle Torri Gemelle.
Shelter From The Storm - Bob Dylan cerca "riparo dalla tempesta"
È l'estate del 1975 e qualcuno dice che a Bob Dylan sia tornata l'ispirazione.
L’inno ai valori dell’amicizia di Carole King (cantato con grande successo anche da James Taylor)
Ancora oggi Carole King e James Taylor, quando si ritrovano insieme su un palco, non fanno a meno di riproporre "You've Got A Friend", un grande inno ai valori dell’amicizia che, oggi p
All You Need Is Love
Il 25 giugno del 1967 va in onda “Our World”, il primo programma via satellite in mondovisione che collega simultaneamente più nazioni, ognuna delle quali presenta dei personaggi rilevanti del mondo d
All I Have To Do Is Dream... perché sognare non costa nulla
Felice e Boudleaux Bryant sono una coppia nell'arte e nella vita. Loro scrivono canzoni e hanno composto tantissime hit soprattutto per gli Everly Brothers.
John Mellencamp - L'orgoglio di essere nato e cresciuto in provincia
Seymour, Indiana, è una cittadina di circa 20.000 abitanti, una cittadina di provincia, ed è lì che è nato John Mellencamp prima di trasferirsi nella vicina Bloomington
My City Of Ruins
È l'anno 2000 quando Bruce Springsteen scrive una canzone dedicata alla sua città...

Pagine