25/03/2019

Manuel Agnelli – Al via il 4 aprile la seconda edizione di Ossigeno

E’ in arrivo la nuova stagione del programma condotto dal frontman degli Afterhours. Tra gli ospiti Ivano Fossati, Salmo, Max Gazzè, Daniele Silvestri, Fabrizio Bosso, Anna Calvi e tanti altri

 
Sta per tornare Ossigeno, il programma in onda in seconda serata su Rai3, condotto da Manuel Agnelli. La prima puntata sarà trasmessa il prossimo 4 aprile e ancora una volta sono stati chiamati tanti ospiti per alternare talk e musica con il frontman degli Afterhours nuovamente nelle vesti di conduttore e intervistatore, oltre che nel suo ruolo più “classico”. Ossigeno è un programma che “ha un suo suono”, come racconta Paolo Biamonte, uno degli autori del programma, nonché primo a prendere la parola nell’ambito della presentazione alla stampa di venerdì scorso a Milano.
 
Registrata anche quest’anno al Lanificio di Roma, la trasmissione prevede in totale sei puntate. “Chi è venuto, non è venuto per fare promozione – ha commentato il frontman degli Afterhours, soffermandosi peraltro su alcuni dei protagonisti molto diversi tra loro con cui ha interagito in questa edizione, come ad esempio Ivano Fossati e Salmo. – Raramente gli ospiti sono venuti a promuovere il loro nuovo album o il loro nuovo singolo, ma sono venuti anche a fare cose molto diverse e per questo li ringrazio”. Tanti sono gli ospiti italiani in questa edizione come Daniele Silvestri, Fabrizio Bosso, Piero Pelù, ma anche la scrittrice Chiara Gamberale, il fumettista Zerocalcare, lo scienziato Stefano Mancuso, l’architetto Stefano Boeri o gli attori Marco D’Amore ed Edoardo Leo.
Per anticipare al meglio quanto si potrà vedere nelle sei nuove puntate di Ossigeno, è stato proiettato anche un filmato in cui, tra i vari momenti, è stato possibile apprezzare il duetto con Daniele Silvestri in Smisurata Preghiera di Fabrizio De André, una parte con Max Gazzè in cui viene suonata Walk On The Wild Side di Lou Reed, Lindbergh di Fossati con Fabrizio Bosso alla tromba, Male di miele degli Afterhours eseguita con Piero Pelù o l’ospitata di Anna Calvi che ha intonato la sua As A Man. A parte la cantautrice inglese o ad esempio Jade Bird e le Savages, la maggior parte degli ospiti di questa edizione sono italiani per esplicare al meglio il tema di queste sei puntate e cioè la transizione e il confronto con le nuove generazioni dal punto di vista musicale, declinato poi attraverso altre forme. Come ha dichiarato a tal proposito Manuel Agnelli: “Abbiamo impostato il racconto in modo che parta dalla percezione di chi c’era già, tipo Fossati, Gazzè o Pelù, per poi crescere nel corso delle puntate e arrivare a chi si è affacciato più di recente nel mondo musicale”. Il frontman degli Afterhours farà ancora una volta “da collante”, dopo una prima edizione in cui si è di fatto presentato in un nuovo ruolo, raccogliendo ottimi riscontri sui social e meno dal punto di vista degli ascolti in tv, come ha avuto modo di spiegare nel corso dell’incontro Giovanni Anversa, vicedirettore di Rai3, insistendo sulla voglia di tornare nuovamente con un programma simile per un canale generalista, per cercare di raccogliere sì più consenso da parte del pubblico, ma senza perdere di vista “l’idea di raccontare la trasformazione che sta avvenendo”.
 
Ricapitolando: il 4 aprile alle ore 23.10 su Rai3 va in onda la prima delle sei puntate della seconda stagione di Ossigeno. La produzione è di Arcobalenotre, gli autori sono Manuel Agnelli, Sergio Rubino, Paolo Biamonte e Gianluca De Simone, per la regia di Gaetano Morbioli; la direzione della fotografia è affidata a Massimo Pascucci e quella musicale a Rodrigo D’Erasmo.
Conduce, ovviamente, Manuel Agnelli.
 

On demand

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato su rock e dintorni? Iscriviti alla nostra newsletter
per ricevere tutte le settimane nuovi video, contenuti esclusivi, interviste e tanto altro!